Behnam Akharbin Moghanlou è nato nel 1985 ad Ardabil. Ha studiato scultura all’Università di Teheran (B.A. of Sculpture, Fine Arts College, Università di Tehran). È membro e leader dell’Iranian Society of Sculptors, dove insegna scultura alla Shahriyar High School. Espone e partecipa a simposi di scultura in patria e nel mondo. Ha ricevuto riconoscimenti nazionali ed esteri per le sue sculture pubbliche, realizzate principalmente con materiali scultorei classici (pietra, legno, metallo). Vive e lavora ad Ardabil.

La creazione della scultura dello scultore iraniano Behnam Akharbin Moghanlou è stata ispirata dai versi del poeta, che parlano dell’emozionante anticipazione della nascita di un nuovo giorno. La spiegazione dello scultore di questo fenomeno in pietra bianca non è meno suggestiva. Sorge proprio in riva al mare, in ideale armonia con la natura, che invita direttamente a fermarsi ad ammirare la nascita o la fine della giornata. Un blocco di pietra sagomato orizzontalmente nel cuore del volume esplode con dettagli ritagliati di forme geometriche su cui giocano i raggi del sole. La statua si diffonde nello spazio con la leggerezza dell’origami, che favorisce l’impressione di assenza di gravità, poiché a prima vista non la percepiamo come un materiale lapideo compatto e pesante. Al contrario, sembra che la prima raffica da riva la porterà lontano, in mare aperto. Nella sua opera l’autore ha saputo sintetizzare in modo poeticamente eloquente le peculiarità del gioco ornamentale di pattern del ricco spazio culturale da cui proviene.